Dopo aver terminato una lunga ed emozionante tournée diversa da quelle a cui era abituato, fatta di cene vegane e presentazioni di Sano Vegano Italiano con la figlia Chiara, Red Canzian, il bassista dei Pooh è attualmente alle prese con la realizzazione del suo nuovo album, di cui al momento sappiamo ben poco, se non quanto lo stesso Canzian sta svelando giorno dopo giorno attraverso la sua pagina Facebook.

E cosi dopo Dodi Battaglia che ha pubblicato recentemente E la storia continua, un cd e un dvd live delle date nelle piazza di questa estate e Roby Facchinetti con Riccardo Fogli con il  loro inedito duetto e il loro nuovo album Insieme, anche Red Canzian, a meno di un anno di distanza dall’ultimo concerto dei Pooh è di nuovo alle prese con la musica, per un progetto personale che lo porterà, tutti sperano, di nuovo sui palchi di tutta Italia.

Nel corso di questi mesi sono molti gli indizi che Canzian ha lasciato qua e la nei suoi post facebook che probabilmente anticipano in minima parte quello che sarà il suo prossimo lavoro: dal passaggio in studio di registrazione di amici come Enrico Ruggeri o Aldo Tagliapietra, storico cantante delle orme, alla presentazione del nuovo e personalizzato Flower Jazz Bass, ispirato al suo vecchio Fender Jazz del ’66 e dipinto, a mano, con la grafica del suo ultimo album solista,  L’istinto e le stelle del 2014.

Il nuovo Fender Jazz Bass di Red Canzian (fonte facebook.com/RedCanzianOfficial)

Negli ultimi giorni sembra invece che Canzian e i suoi collaboratori siano passati alla registrazione vera e propria dell’album, sia per quanto riguarda la voce che per gli strumenti. Avremo presto ulteriori notizie su questo album molto atteso dai suoi fans che sancirà il tanto atteso ritorno del bassista dei Pooh nel panorama musicale italiano?

Nel frattempo Red, da sempre attento al futuro della musica italiana e ai giovani che costruiranno con i loro testi e i loro brani questo futuro, è stato insignito anche della carica di direttore artistico di Hoop The Music Circle, il nuovo spazio musicale di Milano nato a inizio 2017 che ha preso vita all’interno degli ex studi dei Pooh.

Hoop The Music Circle, resta in parte “la casa dei Pooh”, aprendo però le porte agli operatori dei settori che vogliono fare buona musica in quel di Milano, divenendo uno dei più grandi sound-city sia per la qualità dei professionisti che vi sono coinvolti, sia per la qualità e la completezza dei servizi offerti, presentandosi come punto di riferimento fondamentale per chi si affaccia al mondo della musica. Un insieme di realtà e società che collaborano tra di loro offrendo in autonomia una serie di servizi di alta qualità e un importante ponte di collegamento tra la discografia e gli artisti.

“La regola dice che prima si semina e poi si raccoglie.. ma la musica, a volte, riesce a sovvertire ogni regola, e così dopo una vita passata a raccogliere, momenti di vita e di lavoro straordinari, uno sente il bisogno di tornare a seminare… per far sbocciare quel germoglio di passione pura, in tutti quelli che davvero vogliono vivere di musica e per la musica” racconta Canzian in apertura del nuovo sito di Hoop The Music Circle “Racconterò la mia esperienza, sempre in prima linea, con tutto quello che questa vita mi ha regalato: una vita di palchi, di notti a viaggiare, di canzoni, di sale d’incisione, di interviste, di autografi, di affetti mancati, di amori smarriti, e di “giorni infiniti“ che comunque è stato straordinariamente bello vivere… perché solo chi ha vissuto può testimoniare… e a volte un racconto sincero e sicuro, aiuta ad evitare le inevitabili “buche“ che a volte fanno troppo male”. 

Silvia Colombo
Un "equilibrista in piedi sul mondo" che viaggia ogni giorno a cavallo tra la scrittura e la fotografia come metodi privilegiati per rappresentare la realtà che le gira attorno.