La seconda data live di Vasco a Padova non è stata fortunata e baciata dal sole come la prima. Quello del 7 giugno è stato un concerto caratterizzato dalla pioggia battente, che però non è riuscita a rovinare la festa dei 47mila fan presenti il 7 giugno allo stadio Euganeo.

Già dal primo pomeriggio i violenti acquazzoni si sono abbattuti sui fan già in fila per entrare e accaparrarsi le prime posizioni sotto al palco. Intorno alle 16.30 i parcheggi ricavati nei campi circostanti sono stati dichiarati inagibili e le auto dirottate verso parcheggi alternativi. Le code e il traffico hanno paralizzato la zona sia prima del concerto che al termine del live, con code per almeno le due ore successive.

Ma i fan del Blasco, si sa, non si fanno certo fermare dal maltempo. I 47 mila dell’Euganeo, inzuppati e felici, hanno ballato e cantato insieme a Vasco in una serata magica: due ore e mezza di musica tiratissima egregiamente retta sulla scena dal rocker di Zocca, che di anni sulle spalle ne ha già 66 ma che dimostra di poter ancora soddisfare egregiamente i suoi fan.

E proprio ai suoi fan Vasco non fa mancare nulla: esordisce con “Cosa succede in città” e arriva veloce fino al classico “Fegato, fegato spappolato“, che da sempre nella sua versione live viene proposta insieme a un altro brano. Questa volta tocca a “Enter Sandman” dei Metallica, ai quali il Blasco restituisce il favore di averlo citato nel loro ultimo concerto italiano suonando “C’è chi dice no”.

Sul palco insieme a lui per la prima volta non c’è nessuno dei componenti della Steve Rogers Band: Claudio Golinelli, colpito da un malore, è stato sostituito al basso da Andrea Torresani, Stef Burns e Vince Pastano sono alle chitarre, Matt Laug alla batteria, Alberto Rocchetti alle tastiere, Frank Nemola alla tromba e in più sul palco c’è la polistrumentista Beatrice Antolini.

Il Komandante passa con disinvoltura da pezzi dal suono più pesante fino alle ballate, regalando un finale con il trittico “Vita Spericolata“, “Canzone” e “Albachiara” tra fiamme e coriandoli.

Il prossimo appuntamento per i fan di Vasco sarà l’11 giugno a Roma, allo Stadio Olimpico.

Questa la scaletta della seconda data di Padova, quella del 7 giugno, del Vasco Non Stop Live 2018

Cosa succede in città
Deviazioni
“Blasco” Rossi
E adesso che tocca a me
Come nelle favole
Fegato, fegato spappolato
(Con “Enter Sandman” dei Metallica)
Delusa / T’immagini / Mi piaci perché / Gioca con me / Stasera! / Sono ancora in coma / Rock’n’roll show
(Medley)
Vivere non è facile
Sono innocente ma…
La fine del millennio
Ciao
(Strumentale)
Interludio 2018
C’è chi dice no
Gli spari sopra
Stupido hotel
Siamo soli
Domenica lunatica
Il mondo che vorrei
Brava / L’uomo più semplice / Ti prendo e ti porto via / Dimentichiamoci questa città
Rewind
Un mondo migliore

Encore:
Dillo alla Luna / L’una per te / E…
(Acustico)
Senza parole
Sally
Siamo solo noi

Encore 2:
Vita spericolata / Canzone
Albachiara

Queste le prossime date live di Vasco:

11 Giugno ROMA Stadio Olimpico
12 Giugno ROMA Stadio Olimpico
16 Giugno BARI Stadio San Nicola
17 Giugno BARI Stadio San Nicola
21 Giugno MESSINA Stadio San Filippo

Amo la fotografia nei suoi mille modi di intenderla e condivido il pensiero che sia un mezzo per raccontare. Il mio scopo è riportare le emozioni vissute durante gli spettacoli dagli artisti sul palco, dal pubblico e soprattutto da me.  Cammino in cerca di attimi.