È stata una bella festa che la pioggia battente durante quasi tutto il concerto purtroppo ha tentato ma non è riuscita a rovinare del tutto quella che si è svolta lo scorso 15 settembre al Parco Experience di Rho (Milano) e che ha visto Carmen Consoli e Max Gazzè salire insieme sullo stesso palco dell’arena ricavata all’interno degli spazi di Expo2015. La data di chiusura dei rispettivi tour estivi dei due cantautori è stata un concerto evento che ha visto il set di apertura affidato alla Consoli ed il secondo a Gazzè con, in conclusione, quattro brani scelti fra i “cavalli di battaglia” dei due cantati in duetto e suonati con le rispettive band fuse insieme. La Cantantessa catanese è apparsa sul palco in uno splendido abito lungo blu notte scollato, sfidando il freddo pungente della serata che il pubblico accorso, nonostante il maltempo da tutto il nord Italia, ha provveduto ad alleviare con la sua vivace e colorata partecipazione, sotto alle mantelline impermeabile con cappuccio.

Fortunatamente il concerto si è svolto comunque su un palco coperto e lo spettacolo offerto dai due amici cantautori, che già avevano condiviso una simile esperienza durante l’estate con la maratona di 5 ore a Barolo in compagnia anche di Daniele Silvestri, è stato di ottima qualità anche in quest’occasione milanese. A legare i due artisti, oltre alle origini siciliane in comune, una amicizia di lunga data e già ricca di collaborazioni, che fa sì che entrambi conoscano molto bene il repertorio dell’altro, tanto che in recenti interviste la Consoli dichiarava essere Gazzè  il suo bassista ideale, mentre Max ritiene che Carmen sia la sua chitarrista preferita, quindi non è da escludersi in futuro qualche altra bella sorpresa da parte dei due. 

Carmen Consoli durante il suo spazio ha proposto undici brani tra i suoi più noti ed amati dal pubblico che con lei ha cantato, nel cuore della Lombardia, anche la canzone di apertura in dialetto siciliano, ‘A finestra, ed altrettanto ha fatto Gazzè che ha aggiunto ai suoi undici brani in scaletta una “chicca” in apertura del set, la splendida Sirio è sparita, molto amata dal suo pubblico ma non tra i suoi brani più famosi ed orecchiabili.
Anche le band sul palco si sono alternate in questi due set live distinti: quella della cantautrice, più acustica, formata da tre archi, flauto, percussioni, chitarra e pianoforte e quella del cantautore decisamente più vivace e rock, composta dai suoi fidi e ottimi musicisti, compreso Max Dedo al trombone.

Fra i brani proposti dalla Consoli citiamo naturalmente quelli di maggiore impatto e bellezza, L’ultimo bacio, Fiori d’arancio, L’eccezione nonché una splendida Bluenotte solo voce ed archi, mentre tra quelli di Gazzè sicuramente i brani di maggior impatto e notorietà sono stati Vento d’estate, Il timido ubriaco, Cara Valentina, Il solito sesso e Una musica può fare, cantate e ballate da tutto il pubblico con grande trasporto e allegria. Non sono mancati anche alcuni brani tratti dall’ultimo album del cantautore romano, Maximilian. Nell’ultima parte del concerto le due band si sono unite in una unica ed inedita orchestra e i due padroni di casa hanno proposte due successi ciascuno interpretati a due voci, Parole di burro e In bianco e nero della Consoli e le travolgenti La vita com’è e Sotto casa di Gazzè che ha chiuso il concerto in modo corale e vivace.

Peccato solo che il maltempo non abbia permesso che la bella festa fosse vissuta da tutti gli spettatori nel migliore dei modi, e che l’affluenza non sia stata proprio quella prevista, che un evento del genere avrebbe meritato. Molti di coloro che avevano acquistato il biglietto infatti alla fine, viste le previsioni e la pioggia già dal pomeriggio, hanno desistito e non sono nemmeno arrivati, mentre coloro che sono puntualmente accorsi a fine concerto erano zuppi di pioggia non hanno goduto appieno della straordinaria energia e bellezza di un tale evento. Ci auguriamo che in futuro si possa ripensare a tali occasioni in un contesto più appropriato e più facilmente fruibile, affinché proposte di così alta qualità e bellezza possano essere godute al meglio, dal pubblico e dagli stessi straordinari artisti.

Scaletta del concerto del 15/09/2017 Milano Experience

Carmen Consoli

‘A finestra
Mio zio
Mandaci una cartolina
L’ultimo bacio
Fiori d’arancio
L’eccezione
L’abitudine di tornare
AAA cercasi
Blunotte
Bonsai#1
Venere

Max Gazzè

Sirio è sparita
Mille volte ancora
Vento d’estate
I tuoi maledettissimi impegni
Il timido ubriaco
Teresa
Il solito sesso
Cara valentina
Ti sembra normale
La favola di Adamo ed Eva
Una musica può fare

Duetto Consoli Gazzè

Parole di burro
La vita com’è
In bianco e nero
Sotto casa