L’Artista piacentina insieme alla sua band ha presentato il suo ultimo album Modern Art insieme ai suoi vecchi successi rivisitati in versione “modernart”.

Nina Zilli si è esibita martedi 31 luglio a Suoni di Marca Festival 2018 a Treviso.

Maria Chiara Fraschetta, in arte  Nina Zilli, ha conquistato il pubblico presente con il suo talento e la sua innata simpatia, con lei sul palco a rendere ancor più bello ed entusiasmante il live Riccardo Gibertini “Jeeba” (tromba, trombone, dub, tastiere), Antonio Vezzano “Heggy” (chitarre), Nicola Roccamo “Nico” (batteria), Lucio Enrico Fasino (basso), Riccardo Di Paola (tastiere) ed Enzo Tribuzio “Dj Zak” (scretch, campioni).

La tappa trevigiana fa parte della tournèe estiva, partita da Aiena del “Ti amo Mi uccidi Tour”  che prende il nome da una delle tracce contenute nel suo ultimo album “Modern Art”.   Dopo la tournée invernale e la partecipazione al Festival di Sanremo con il brano “Senza appartenere”,  Nina Zilli è tornata a esibirsi nella dimensione live, quella che più la appassiona e le è congeniale,  con una serie di concerti in giro per la penisola e anche all’estero.

La cantante piacentina con la sua spiccata simpatia e raffinatezza indiscussa, ha conquistato da subito il pubblico di Suoni di Marca,  con un repertorio che va dal soul, al blues, dal pop-rock al reggae.

Tre cambi d’abito per un live che ha visto in scaletta i brani del suo ultimo lavoro “Modern Art“, come “Mi Hai Fatto Fare Tardi” che ha anticipato l’uscita dell’album, il nuovo singolo in radio questi giorni “1xUnAttimo” e “Ti Amo Mi Uccidi” e i  suoi successi più amati dal pubblico, per una serata carica si energia e di sex appeal ed elegante.

Il concerto si è concluso con i saluti della cantante al numeroso pubblico che è accorso in massa per applaudire, cantare e  ballare con la musica di Nina Zilli.

Si ringrazia Suoni di Marca, Live Nation e Nina Zilli

 

di seguito le foto della serata

Mimmo Lamacchia
Sono nato a Bari e devo la mia passione a mio padre, da sempre fotografo professionista e soprattutto appassionato di fotografia. Ho cominciato quasi per gioco con una reflex, la Canon AE-1 con la quale ho imparato a fotografare. Mi piace catturare il tempo e fermarlo in un istante, cercando di suscitare emozioni con scatti semplici e naturali. Mi interesso di concerti e reportage, fotografando e a volte scrivendo recensioni.