Ritorno in grande stile per i Toto in Italia! Definiti da Van Halen  “collettivamente i migliori musicisti sul pianeta”, i sei artisti hanno voluto concederci ben 3 tappe del loro “35th Anniversary Tour”: Milano (20 giugno), Roma (21 giugno) e Padova (22 giugno).

Nonostante la band non abbia pubblicato alcun album di inediti dal 2006, la volontà di Steve Lukather di tenere vivo il nome del gruppo, ha fatto sì che nel 2010 cominciasse una tournée mondiale per portare in giro i successi di una vita.
Ho la fortuna e il privilegio di assistere al concerto all’Ippodromo del Galoppo di Milano. E’ la mia prima volta in questa location: l’aria che si respira è intima, sembra quasi che si conoscano tutti, una sorta di raduno di vecchi amici che sono lì per rivedersi. Noto con piacere che non ci sono solo vecchi fans ma addirittura degli adolescenti, anche dei bambini; il potere di questa band è riuscito a riunire due o addirittura forse tre generazioni. 35 anni di musica non si possono non festeggiare e questo è il migliore dei modi possibili!
Le prime note di ‘On the run’ seguite da ‘Goodbye Elenore’ fanno intendere che i musicisti sono in ottima forma e il pubblico apprezza la scelta del pezzo introduttivo. La formazione attuale e ormai consolidata prevede David Paich (voce e tastiere), Steve Lukather (chitarra elettrica e voce) , Steve Porcaro (tastiere), Simon Phillips (batteria) Joseph Williams (voce)  Nathan East (basso elettrico e voce); sono presenti anche i due coristi Mabvuto Carpenter e Amy Keys.
Si susseguono 2 ore di musica rock, tra riff graffianti e ballate da accendino. I fans sono accontentati da una scaletta che ripercorre tutti i loro più grandi successi, da Hydra a Rosanna, da 99 a White sister. L’atmosfera è magica e Lukather sembra accorgersene: chiacchiera con il pubblico, dedica al batterista scomparso – Jeff Porcaro – la bellissima Wings of time; un pensiero va anche a tutte le nostre amate madri, e uno in particolare alla sua. Due ore di musica intensa che trovano l’apice in Africa e Hold the line, momento in cui il pubblico si scatena balzando in piedi dalle gradinate. Il bis con i saluti è affidato a Home of the Brave.
Mi hanno talmente convinto ed emozionato che decido di regalarmi e concedermi anche io il bis. Direzione Padova, Teatro Geox, 22 giugno. Fare tanti km per un live vuol dire che ne vale veramente la pena. La location è decisamente diversa; se a Milano qualche goccia di pioggia ha minacciato il concerto, a Padova questo rischio non c’è. Il palazzetto al chiuso crea un’atmosfera diversa, è più raccolta, come a voler essere una sorta di concerto dedicato a pochi eletti. Sostanzialmente la scaletta è simile, a parte qualche variante e Lukather e soci non sembrano accusare la stanchezza dei live delle 2 sere precedenti. La carica di energia e la passione di ogni componente del gruppo sprizza da ogni singola nota; la voce di Joseph Williams non fa assolutamente rimpiangere Bobby Kimball  anche se alcuni nostalgici ne sentono la mancanza. Noto che, anche qui, Steve dedica a Jeff Porcaro una canzone, mi informo e scopro che da quando è scomparso nel 1992, il chitarrista gli dedica un brano in ogni live che fa; erano come fratelli e questa sensazione la percepiamo anche noi nella sua voce tremante mente ne parla. La scenografia sobria non distrae dall’essenza del live, ma il gioco di luci, qui al teatro Geox, riesce a valorizzare al meglio ogni singolo passaggio o assolo. Un’emozione e un vortice di sensazioni che fanno urlare “Buon compleanno Toto”…aspettiamo impazienti anche l’anniversario per i 36 anni di carriera!

Setlist

On the Run / Goodbye Elenore
Goin’ Home
Hydra
St. George and the Dragon
I’ll Be Over You
It’s a Feeling
Rosanna
Wings of Time
Falling in Between
I Won’t Hold You Back
Pamela
99
White Sister
Better World
Africa
How Many Times
Stop Loving You
Hold the Line

Encore:
Home of the Brave

Organizzatore D’Alessandro & Galli in collaborazione con Zed Live per la data di Padova.