Una serata primaverile o quasi, ha salutato il 31 maggio, all’Auditorium Parco della Musica, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, gli ennesimi Eterni Ragazzi della scena musicale italiana. Un altro spin off dopo lo scioglimento dei Pooh, che sembrano fatti di Mercurio, mai davvero sciolti, ma solo divisi, ora avvicinandosi, ora respingendosi, in una frammentazione di artisti, che pur con nuovi assetti, il marchio Pooh ce lo hanno tatuato nel cuore.

Il 31 maggio, un nutrito pubblico maturo, ma non solo, ha acclamato il “nuovo” duo, che non ha risparmiato cavalli di battaglia dei Pooh, di Fogli e gli ultimi brani tratti dal presente, che è il loro album “Insieme”.
Con la non fortunatissima partecipazione a Sanremo, fortemente voluta da Baglioni i due hanno creato la loro cifra con la dolente e suggestiva “il segreto del tempo” magnificamente eseguita dal vivo, grazie anche ad una band di tutto rispetto. I momenti più alti della performance romana sono rappresentati dalle inevitabili incursioni vintage : su tutti, una interpretazione di Pierre da brividi, ma pensiamo anche a Infiniti Noi, io ti prego di Ascoltare e il crescendo di Parsifal.

L’estensione vocale e il pathos interpretativo di Facchinetti sono sempre notevoli e caratterizzati, come il marchio di fabbrica delle sue “O” allargate fino ad ogni umana possibilità, ma Fogli, del tutto rigenerato dai bagni di folla degli ultimi due anni e dal suo agognato ritorno alle origini, non sfigura certo per grinta, padronanza del palco e vocalità. Di certo questo inedito duo mostra un affiatamento, che senz’altro va oltre la musica, anche dalla musica e dalla gioia di farla è del tutto permeato.

È doveroso menzionare l’esecuzione del brano Strade, di Valerio Negrini , il “sesto Pooh”, scomparso nel 2013.
Il concerto di Roma ha ripagato i fans delusi, che avrebbero dovuto vedere i concetti di Milano e Roma il 7 e 9 Aprile, performance spostare di data e location, per consentirne una ripresa TV, con conseguente trasmissione. Ma avendo gestito la situazione con una certa maestria e nessuno spreco, il pubblico ha dimostrato di aver ampiamente metabolizzato la polemica che ne era scaturita.
Prossima tappa : 12 luglio, Fiumicino.

Si Ringrazia Parole&Dintorni, F&P.