La band di Andrew VanWyngarden ha fatto ballare un Estragon stracolmo nella sua unica data italiana

Era la loro unica data italiana e certo Andrew VanWyngarden e Benjamin “Ben” Goldwasser (coadiuvati sul palco da James Richardson e Will Berman), alias gli MGMT, non si sono risparmiati, sapendo di poter contare su uno zoccolo duro di fan molto fedeli.

L’Estragon di Bologna era infatti sold out già in prevendita per l’approdo della band newyorkese e fin dalle prime note di “Little dark age”, con cui si è aperta la serata, si è capito che sarebbe stato uno di quei live da ricordare o, quantomeno, da ballare: già, perchè non c’è stato un attimo di tregua, fra giochi di luce (favoriti dai video alle spalle del palco) e perfino una sfera specchiata a regalare un po’ di magia dal soffitto.

Da “Time to pretend” a “Electric Feel” fino a “Me & Michael” gli MGMT non hanno fatto mancare hit vecchie e nuove, in un’atmosfera sempre più calda non solo per ragioni atmosferiche, trasformando l’Estragon in una dancehall affollatissima.

Tra accenni quasi boweiani ed altri simil-beatlesiani, i nostri mescolano la loro elettronica di scuola americana (figli illegittimi di James Murphy) con una matrice psichedelica che ha le sue radici a cavallo tra gli anni ’70 e ’80, attualizzandola ad uso e consumo dei venti/trentenni di oggi e inserendoci qualche ritornello accattivante che non guasta mai, unito ad una verve importante sul palco (Andrew si mette perfino a pronunciare correttamente “tagliatelle”, affermando di adorare la cucina bolognese, per non parlare dell’accenno di “Neverending story” sul finale di “Kids”).

In sostanza si arriva sudati, accaldati e sorridenti alla meta, con l’encore che diventa ancora più speciale quando sul palco fa capolino un gonfiabile a forma di papera e un mini-piano che Ben suona con la consueta maestria (la sua abilità alle tastiere è il perno del suono degli MGMT) per poi tornare a farci saltare come matti, in un vero e proprio “Flash delirium”, come recita uno dei loro pezzi.

Sperando di vederli nuovamente presto all’interno dei nostri confini, gli MGMT hanno confermato di essere una delle realtà più interessanti del rock psichedelico mondiale.

MGMT Setlist @ Estragon (27/11/2018)

James Intro

Little dark age

When you die

Time to pretend

She works out too much

Alien days

Flash delirium

James

Weekend wars

Siberian breaks

Electric feel

Me & Michael

Kids (Neverending story)

 

When you’re small

Handshake

TSLAMP

The youth

 

Alessio Gallorini
Classe 1987. Scrive e ascolta musica fin da quando gli hanno comprato uno stereo e dato un'educazione. Toscano doc, conduce un programma radiofonico tutto "home-made" che non poteva che chiamarsi "L'Appartamento". Laureato in giurisprudenza, ma allergico ai tribunali. Ama la letteratura e tutto ciò che è arte. Finchè non si annoia. Frase del cuore: "Costruire è sapere, è potere rinunciare alla perfezione".