Davide Van De Sfroos annuncia le prime date estive del nuovo “VanTour 2019”.
Sarà uno spettacolo coinvolgente, con l’introduzione di nuovi strumenti come il basso e la fisarmonica, che arricchiranno i brani più famosi del suo repertorio con sfumature e suoni originali.
Ad affiancare Van De Sfroos sul palco saranno i musicisti Alessandro De Simoni (fisarmonica), Simone Prina (basso), Angapiemage Galliano Persico (violino, tamburello, cori), Riccardo Luppi (sax tenore e soprano, flauto traverso), Paolo Cazzaniga (chitarra elettrica e acustica, cori) e Francesco D’Auria (batteria, percussioni, tamburi a cornice, hang).

Queste le prime date del “VanTour 2019”:
Venerdì 24 maggio – Palasettembre Festival Spirito del Pianeta, CHIUDUNO (BG), ingresso gratuito
Sabato 8 giugno – Malt Generation Music Festival, ARLUNO (MI), ingresso gratuito
Sabato 15 giugno – Phenomenon, FONTANETO D’AGOGNA (NO), ingresso a pagamento (www.ticketone.it – www.ciaotickets.com)
Venerdì 28 giugno – Anteprima “Dal Mississipi al Po Festival”, FIORENZUOLA D’ARDA (PC), ingresso a pagamento (Botteghinoweb)
Sabato 13 luglio – Parco Garibaldi, VILLAGUARDIA (CO), ingresso a pagamento (Ticketone)
Sabato 3 agosto – Festival dallo Sciamano allo Showman, EDOLO (BS), ingresso gratuito [Acoustic Set]
Domenica 4 agosto – Rock ‘n Beer Fest, VALLEDORIA (SS), ingresso gratuito
Sabato 17 agosto – Piazza della Vittoria, SAN VINCENZO VALLE ROVERETO (AQ), ingresso gratuito
Domenica 25 agosto – Piazza delle Torri “Plozza Wine Group”, TIRANO (SO), ingresso gratuito

Il cantautore e scrittore lombardo è reduce dal successo del tour teatrale “Tour de Nocc”, che si concluderà il 16 aprile con un sold out al Teatro Sociale di Como.

Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos, è nato a Monza e cresciuto sul Lago di Como. Il suo nome d’arte rappresenta una tipica espressione del dialetto tremezzino (o laghée) che significa “vanno di frodo”. Questi i numeri della sua quasi ventennale carriera: sei album di inediti, un Premio Maria Carta, due Premio Tenco (come “Miglior autore emergente” nel 1999 e come “Migliore album in dialetto” nel 2002), cinque romanzi editi da La Nave di Teseo e Bompiani, quarto posto nel 2011 alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, brano che ha dato il nome al quinto album, certificato disco d’oro.
Il brano “El Carnevaal de Schignan”, tratto dall’album “Yanez”, viene scelto come colonna sonora del film “Benvenuti al Nord”. Nel 2012 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo come autore del brano “Grande mistero” interpretato da Irene Fornaciari. Nel 2015 esce l’album “Synfuniia” (Batoc67/Universal Music), contenente 14 brani storici del cantautore comasco riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. Recentemente ha pubblicato i libri “Ladri di foglie” e “Taccuino d’ombre”, casa editrice La Nave di Teseo.