La band cuneese sarà in giro per l'Italia con "30 20 10": dieci live imperdibili per festeggiare 30 anni di carriera e 20 anni di "Ho ucciso paranoia"

Sono nati nel 1989, il loro terzo disco “Ho Ucciso Paranoia” è uscito nel 1999 e quest’estate toccheranno 10 città con live “doppi”, come già sperimentato ai Magazzini Generali di Milano nell’ottobre scorso: stiamo parlando dei Marlene Kuntz e del motivo per cui il loro prossimo tour si chiamerà semplicemente “30:20:10”.

“Partiamo dai concerti doppi, da MK al quadrato. Due concerti per ogni serata: un primo tutto acustico e un secondo tutto elettrico. Per un totale di quasi tre ore di spettacolo”, ha fatto sapere la band piemontese a proposito del tour, proseguendo: “Abbiamo deciso di portare avanti l’esperimento fatto lo scorso ottobre a Milano, quando un pubblico attento ed emozionato ci seguì in queste due nostre dimensioni. Allora fu un esperimento, ora sarà una conferma, assecondando il desiderio di portare in giro per l’Italia la doppia anima che è insita nel nostro stesso nome”. Il gruppo ha poi precisato che “Ho ucciso paranoia”, ideale seguito di “Il vile” (1996), sarà suonato per l’occasione nella sua interezza.

Queste le dieci fortunate città scelte da Cristiano Godano e compagni a partire dal prossimo 11 luglio:

11 LUGLIO, PARMA, PARMA MUSIC PARK
12 LUGLIO, ROMA, TEATRO ROMANO DI OSTIA ANTICA – ROCK IN ROMA
14 LUGLIO, FIRENZE, CAVEA DEL TEATRO DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
16 LUGLIO, NICHELINO (TO), STUPINIGI SONIC PARK c/o Palazzina di Caccia
18 LUGLIO, MILANO, CARROPONTE
19 LUGLIO, UDINE, CASTELLO
20 LUGLIO, VILLAFRANCA (VR), CASTELLO SCALIGERO
22 LUGLIO, BOLOGNA, BOTANIQUE
24 LUGLIO, PESCARA, TEATRO GABRIELE D’ANNUNZIO
26 LUGLIO, RAGUSA, CASTELLO DI DONNAFUGATA

Biglietti già in prevendita sull’abituale circuito ticketone.

 

Alessio Gallorini
Classe 1987. Scrive e ascolta musica fin da quando gli hanno comprato uno stereo e dato un'educazione. Toscano doc, conduce un programma radiofonico tutto "home-made" che non poteva che chiamarsi "L'Appartamento". Laureato in giurisprudenza, ma allergico ai tribunali. Ama la letteratura e tutto ciò che è arte. Finchè non si annoia. Frase del cuore: "Costruire è sapere, è potere rinunciare alla perfezione".