John Mayall tornerà in Ttalia con il nuovo tour per presentare l’album Nobody Told Me in uscita a febbraio 

Per oltre 50 anni, John Mayall è stato pioniere della musica blues, guadagnandosi il titolo di The Godfather of British Blues. Nel 2013 ha firmato con l’etichetta del produttore discografico Eric Corne, la Forty Below Records, e da allora ha vissuto una vera rinascita artistica, inclusa l’introduzione del suo nome nella Blues Hall of Fame avvenuta nel 2015.   il 22 febbraio, l’artista ha pubblicheto  Nobody Told Me, un nuovo album in studio per il quale ancora una volta si è servito dell’aiuto professionale di Eric Corne. Questo lavoro vanta inoltre una lista impressionante e variegata di collaborazioni con chitarristi come Joe Bonamassa, Carolyn Wonderland, Todd Rundgren, Larry McCray, Alex Lifeson e Stevie Van Zandt, alcuni dei quali saranno al fianco di John Mayall anche durante il suo nuovo tour.

L’album è stato registrato presso lo Studio 606 in California sulle stesse leggendarie consolle che hanno prodotto i più importanti dischi del rock anni ’70. “Questo progetto è stato realizzato con amore e non vedo l’ora che la gente senta i fuochi d’artificio che ne provengono!” ha affermato John Mayall a proposito di Nobody Told Me. L’artista si dice in forma e pronto ad affrontare il tour che lo aspetta. “Il tempo è volato da quando siamo stati in Europa per l’ultima volta. Mi è mancato stare in giro da quelle parti, ma sarete felici di sapere che torneremo on the road nei primi mesi del 2019.”

Ecco di seguito tutte le date già confermate del suo tour primaverile in Italia. 

Venerdì 22 Marzo – UDINE, Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Domenica 24 Marzo – ANCONA, Teatro delle Muse
Lunedì 25 Marzo – FIRENZE, TuscanyHall (ex Obihall)
Martedì 26 Marzo – ROMA, Auditorium Parco della Musica / Sala Sinopoli
Mercoledì 27 Marzo – GENOVA, Politeama Genovese
Giovedì 28 Marzo – TRENTO, Auditorium Santa Chiara
Venerdì 29 Marzo – PARMA, Campus Industry Music
Sabato 30 Marzo – FONTANETO D’AGOGNA (NO), Phenomenon
 

Stefano Mattii
fotografo da quando ero ragazzino, nel corso di tutti questi anni ho potuto sperimentare vari approcci alla fotografia: dalle fotografie fatte alle piccole cose come fiori, insetti, funghi, ai panorami, alle persone, agli sport, ultimamente ai concerti live. Ognuna di queste tipologia ha le sue peculiarità e rappresentano sempre nuove sfide per poter trovare il miglior connubio possibile tra la tecnica e l’occhio fotografico per far trapelare emozioni.