Hollywood Vampires

Mancano ormai poco più di due settimane al momento in cui Johnny Depp, Joe Perry e Alice Cooper saliranno sul palco del Lucca Summer Festival. Sabato 7 luglio i Vampiri di Hollywood daranno il via alla loro cerimonia di celebrazione. Un nome che è un omaggio allo storico club di rockstar che era solito riunirsi al Rainbow Bar and Grill di Los Angeles, fondato da Alice Cooper e composto tra gli altri da Keith Moon, Ringo Starr, John Belushi, John Lennon, Jim Morrison.

« Per entrare nel club, bastava bere più di tutti gli altri membri. In una sera normale, avrei potuto farmi una passeggiata e trovare lì John Lennon, Harry Nilsson, Keith Moon, travestiti come al solito da cameriera o da chauffeur. La settimana successiva avrebbero potuto esserci Bernie Taupin, Jim Morrison e Micky Dolenz. » racconta Alice Cooper.

Ora forse si capisce anche meglio perché il brano che chiude l’album degli Hollywood Vampires e che viene riproposto live è “My Dead Drunk Friends“.

Qui parliamo della storia del rock viva e vivente sul palco. Parliamo di Mr. Vincent Damon Furnier (questo il vero nome di Alice) che ha conosciuto davvero tutte le più grandi rock star. A questo granitico performer, inconfondibile sul palco e da sempre punto di riferimento nel suo genere, si aggiunge poi il tocco glamour di Johnny Depp, chiacchieratissimo nei giorni scorsi a causa di alcune foto che lo ritraevano molto dimagrito e con un aspetto emaciato (si disse che si stava solo preparando per un film, anche se poi ha cancellato tutte le apparizioni pubbliche con i media per non parlare del suo stato di salute).

A completare il trio, la metà a sei corde dei Toxic Twins, Joe Perry (Aerosmith) che certamente sa il fatto suo quando si parla di storia del rock.

Un trio di tutto rispetto, accompagnato da una band solida composta da altri membri di gruppi celebri (anche se purtroppo non vedremo on stage il buon Duff McKagan, impegnato con i suoi Guns N’ Roses) con una scaletta che include brani di Motörhead, The Who, Led Zeppelin, David Bowie, The Doors.

Una cover band, direte voi. E invece no. Prima di tutto perché sono previsti anche una manciata di brani originali, contenuti nell’album omonimo uscito nel settembre 2015. E poi perché ad eseguire questi brani non è una cover band qualunque, ma una band capitanata da chi di questi artisti è stato amico, il che trasforma decisamente ogni canzone da cover a tributo.

E adesso, spoiler. Ecco la scaletta del live degli Hollywood Vampires a Glasgow il 19 giugno e a Londra il 20 giugno. C’è da scommettere che quella di Lucca sarà molto simile.

Hollywood Vampires Setlist at The SSE Hydro, Glasgow, Scotland

Intro
(Bela Lugosi’s Dead/The Last Vampire)
I Want My Now
Raise the Dead
I Got a Line on You
(Spirit cover)
7 and 7 Is
(Love cover)
My Dead Drunk Friends
Five to One / Break On Through (to the Other Side)
(The Doors cover)
The Jack
(AC/DC cover)
Ace of Spades
(Motörhead cover)
Baba O’Riley
(The Who cover)
As Bad As I Am
The Boogieman Surprise
I’m Eighteen
(Alice Cooper cover)
Combination
(Aerosmith cover)
People Who Died
(The Jim Carroll Band cover)
Sweet Emotion
(Aerosmith cover)
Bushwackers
“Heroes”
(David Bowie cover)
Train Kept A-Rollin’
(Tiny Bradshaw cover)

Encore:
School’s Out
(Alice Cooper cover)
Outro
(Anarchy in the U.K)

Hollywood Vampires Setlist at The SSE Arena, Wembley, London, England

Intro: Bela Lugosi’s Dead / The Last Vampire
I Want My Now
Raise the Dead
I Got A Line On You
(Spirit cover)
7 and 7 Is
(Love cover)
My Dead Drunk Friends
Five to One / Break On Through (to the Other Side)
(The Doors cover)
The Jack
(AC/DC cover)
Ace of Spades
(Motörhead cover)
Baba O’Riley
(The Who cover)
As Bad As I Am
The Boogieman Surprise
I’m Eighteen
(Alice Cooper cover)
Stop Messin’ Around
(Fleetwood Mac cover)
People Who Died
(The Jim Carroll Band cover)
Sweet Emotion
(Aerosmith cover)
Bushwackers
“Heroes”
(David Bowie cover)
Train Kept A-Rollin’
(Tiny Bradshaw cover)

Encore:
School’s Out
(Alice Cooper cover)

Outro:
Anarchy in the U.K.
(Sex Pistols song)

Patrizia Frattini
Patrizia a.k.a. la Rockcopy. Giornalista e web copywriter, metalhead ma amante anche del rock in ogni sua forma e della buona musica. "Il rock è una mentalità, non un genere musicale strettamente circoscritto. È un modo di fare le cose, di approcciarsi alle cose. Scrivere può essere rock’n’roll." Cit. Lester Bangs