Miller è al suo nono album all'attivo..

Dominic Miller, conosciuto anche come chitarrista di Sting, a brevissimo ci presenterà il suo nuovo lavoro discografico, Absinthe.

Questo atteso lavoro, pubblicato con la Ecm Records e che vedrà la luce il 1 marzo 2019, ci consentirà di poter godere della musica di Miller anche in Italia, con un tour che partirà il 21 febbraio da Cologne, in Germania, e gia il 22 farà tappa in Italia.

Tre, precisamente, le date italiane. Il 22, appunto, a Roma all’Alcazar,  il 23 ad Empoli e l’ultima serata nella nostra penisola il 24, a Bologna.

Per Dominic si tratta del nono disco all’attivo.

Nel 2017, nel suo ultimo lavoro, Silent Light, reinterpreta anche uno dei più famosi pezzi di Sting, Fields of Gold. I due collaborano insieme da anni, forti anche di una grande amicizia.

Dominic Miller non è nuovo a collaborazioni importanti. Negli anni ha fatto da spalla anche ad artisti del calibro di Bryan Adams, Phil Collins, Tina Turner, Peter Gabriel e molti ancora.

Absinthe, ci regalerà nuove sonorità, della storia musicale del suo autore.

Questo lavoro è un misto di jazz, pop, elementi latini e musica classica.. un solo unico insieme di magia, Condizione necessaria della musica.

Registrato in uno studio francese, ad arricchire questo disco ci sono musicisti come Manu Katché alla batteria, Nicolas Fiszman al basso, Mike Lindup al piano e alle tastiere e Santiago Arias.

Sul sito ufficiale di Dominic Miller, tutte le date del tour.

Noi di Concertionline, lasciamo a Dominic Miller il nostro personale in bocca al lupo, per tutto.

Buona musica !

 

 

Alessia Giallonardo
Nasco a Benevento, nel maggio del 1986. Toro, e quindi testarda a più non posso.  Amo la fotografia sin da quando ero piccola, che io ricordi ho sempre avuto una macchina fotografica con me. Devo questa passione a mio padre. Che incontrassi un volto noto, o una persona a me cara.. Non potevo far altro che scattare. E' per me fondamentale avere un ricordo di chi incontro durante il mio cammino. Serve a non dimenticare che, nel bene o nel male, abbiamo avuto modo di imparare qualcosa. L'unica certezza che oggi ho, è che i miei occhi dietro quell'obiettivo, sanno esser felici. Appagati.