In cinquemila abbracciano il cantautore bolognese. Una serata straordinaria ricca di musica e passione, per energia, per emozioni, per il coinvolgimento e l'empatia tra il cantante e il suo pubblico-

La Zoppas Arena  di Conegliano, martedi 13 novembre  ha ospitato la tappa sold out del Cremonini live 2018,  di Cesare Cremonini, primo appuntamento della ricca stagione di concerti nella cittadina veneta, promossi dalla Zed Live.

Il Cremonini live 2018  + una tournèe invernale che segue il grande successo dei quattro concerti estivi di Cesare Cremonini  negli stadi.

L’artista Bolognese sarà impegnato fino al prossimo 16 dicembre nei palasport italiani con numerose tappe già  sold out in prevendita.

L’evento di Conegliano organizzato dalla Zed Live e Live Nation  ha confermato il grande successo del Cremonini Live 2018, i numeri parlano da soli :  sono stati venduti più di 160 mila biglietti per questa tournèe invernale, bissando cosi  il successo del tour negli stadi della scorsa estate con oltre 150 mila paganti.

La Zoppas Arena è un colpo d’occhio eccezionale, circa cinquemila fan in trepida attesa, hanno accolto con entusiasmo e affetto Cesare Cremonini e i suoi musicisti.

Il Live comincia sulle note di Possibili Scenari, brano che da il titolo al suo ultimo album, e prosegue con Kashmir-KashmirPadremadreLa nuova stella di Broadway e Latin Lover. 

Cesare ha dichiarato la sua gioia di’ essere qui in Veneto, terra che gli è sempre piaciuta . Adora questi luoghi dove ai concerti incontra visi belli e sorridenti ed è rimasto particolarmente affascinato dalle Dolomiti dove si è preparato e allenato per esser pronto per la tournèe.

Il live è uno spettacolo  straordinario, pieno di energia e tanta musica, Cremonini si conferma ancora una volta un grande artista e uomo da palcoscenico che canta, corre, salta, suona  per ore quasi senza mai fermarsi se non per i cambi veloci d’abito, firmati Missoni e Yves Saint Laurent.

La set list del concerto è un viaggio live straordinario che ha ripercorso la carriera di Cesare Cremonini attraverso la sua musica, dai brani storici fino al lavoro maturo e visionario dell’ultimo disco ”Possibili Scenari”.

Più di due ore e mezza di concerto con ventiquattro brani in scaletta, in cui il cantautore si trasforma in musicista e showman su un palco molto articolato con schermi giganti, luci, pedane movibili e perfino fontane di luci, coriandoli e stelle filanti, dove ogni brano ha avuto la sua veste ideale. Un concerto che ha conquistato ed  entusiasmato tutti  mettendo in risalto tutte le sfaccettature artistiche di Cesare Cremonini, interpretando le sue canzoni come una dedica a tutti quelli che lo hanno sempre seguito in questi anni

Momento dolce e romantico, quando Cesare si è seduto al pianoforte suonando “Momento silenzioso”  dall’album Maggese. Un brano che come ha spiegato, ha segnato per lui un momento importante in cui le cose non giravano così bene, brano che  ha dedicato a tutti coloro che c’erano quando la sua vita non era così come quella di oggi, esprimendo quello che ha nel cuore e nella mente,  quello che lo aveva ispirato a scrivere quella canzone. Un applauso fortissimo ha fatto seguito a queste sue parole, commuovendo il cantautore.

Con il brano “Vieni a vedere perché”  Cesare ha voluto ricordare le persone colpite dall’eccezionale ondata di maltempo in provincia di Belluno, dedicando loro la canzone.

Una serata straordinaria ricca di musica e passione, per energia, per emozioni, per il coinvolgimento e l’empatia tra il cantante  e  il suo pubblico che ha partecipato con entusiasmo, cantando tutte le canzoni in scaletta e lasciandosi conquistare e avvolgere dalla musica, trasmettendo al cantautore bolognese e alla sua band  tutto l’affetto e l’amore che li lega a loro.

Cesare Cremonini e’ stato un vulcano di emozioni, che ha fatto cantare e saltare ogni singola persona fino alla fine del concerto trascinando tutti in un mondo logico e senza Robin.

Ad accompagnare Cesare Cremoni, Nicola Balestri – basso e banjo, Andrea Morelli – chitarre elettriche e acustiche, Alessandro de Crescenzo – chitarre elettriche e acustiche, Michele Guidi – tastiere, Bruno Zucchetti – tastiere, Andrea Fontana – batteria, Andrea Giuffredi – tromba, Massimo Zanotti – Trombone, Gabriele Bolognesi – Sax e flauto traverso, Annastella Camporeale – cori e
Gianluigi Fazio – cori, chitarra acustica

Il “Cremonini Live 2018” è una produzione  “Live Nation”

 

 

si ringrazia Zed Kive e Live Nation

 

recensione e foto Mimmo Lamacchia

Mimmo Lamacchia
Sono nato a Bari e devo la mia passione a mio padre, da sempre fotografo professionista e soprattutto appassionato di fotografia. Ho cominciato quasi per gioco con una reflex, la Canon AE-1 con la quale ho imparato a fotografare. Mi piace catturare il tempo e fermarlo in un istante, cercando di suscitare emozioni con scatti semplici e naturali. Mi interesso di concerti e reportage, fotografando e a volte scrivendo recensioni.