S’inaugura lunedì 17 luglio con il concerto di Yann Tiersen (ore 21,15 – piazza della Santissima Annunziata) l’edizione 2017 di Musart Festival, una settimana di musica, visite a luoghi d’arte, mostre e ristorazione. Tutto nel cuore di Firenze, in una piazza di grande armonia stilistica, porticata su tre lati e trasformata per l’occasione in elegante teatro all’aperto.

Compositore e musicista di culto, Yann Tiersen si presenta a Firenze in versione piano solo. Al centro dello spettacolo è “Eusa”, il recente album ispirato e dedicato all’omonima isola bretone dove l’artista ha scelto di vivere. “Eusa” si dipana attraverso 10 composizioni per pianoforte, ognuna legata a una posizione specifica dell’isola di Ouessant (‘Eusa’ in bretone). Nell’album, registrato presso gli Abbey Road Studios, il piano solista di Yann Tiersen è accompagnato solo dalle registrazioni di campo, effettuate nel punto esatto dell’isola a cui ogni brano fa riferimento.

Tiersen spiega: “Ouessant è più di una semplice casa – è una parte di me. L’idea era di fare una mappa dell’isola e, per riflesso, una mappa di quello che sono io. Per cominciare ho scelto dieci luoghi dell’isola e ho fatto una serie di registrazioni ambientali per ciascuno di essi. Le composizioni di musica per pianoforte che ho scritto in seguito prendono il nome di questi luoghi, e la partitura di ogni pezzo è accompagnata dalle coordinate GPS e da una fotografia del sito scattata da Emilie Quinquis”.

I biglietti – 25/32/40 euro – sono disponibili in prevendita nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita – tel. 055.210804) e online su www.boxol.it e www.ticketone.it. Il giorno del concerto biglietti sono in vendita dalle ore 15,30 alla biglietteria del festival, in piazza Brunelleschi all’interno del chiostro dell’Università, dove è un funzione anche il cambio voucher per chi ha acquistato online. Per chi lo desidera, sono disponibili inoltre Package che, al biglietto, aggiungono cena a buffet nel salone Brunelleschi dell’Istituto degli Innocenti, parcheggio riservato, staff dedicato, ingresso al Museo degli Innocenti (dal lunedì alla domenica, orario 10/19). E ancora, per gli spettatori di Musart ingressi a prezzo ridotto per la mostra “Bill Viola. Rinascimento elettronico” in programma a Palazzo Strozzi fino al 23 luglio, per l’ingresso al Giardino del Museo Archeologico e all’Istituto degli Innocenti.

Qui tutti i dettagli sui biglietti in vendita per la serata:

Biglietti Yann Tiersen posti numerati (esclusi diritti di prevendita)
1° settore platea 40 euro; 2° settore platea 32 euro; 3° settore gradinata 25 euro;
Gold Package Primo settore + cena a buffet, parcheggio,
personale dedicato, ingresso Museo degli Innocenti = 126 euro
Gold Package Secondo settore + cena a buffet, parcheggio,
personale dedicato, ingresso Museo degli Innocenti = 117 euro
Silver Package Primo settore + cena a buffet = 96 euro
Silver Package Secondo settore + cena a buffet = 86 euro

I concerti di Musart Festival continuano martedì 18 luglio con Raphael Gualazzi e il suo “Love Life Peace Tour“. Mercoledì 19 è dedicato a due opere note della classica novecentesca, i “Carmina Burana” di Carl Orff e “Boléro” di Maurice Ravel. Sul palco sale un ensemble di 150 elementi composto da Orchestra della Toscana e Coro Di Roma, la direzione è affidata al giovane e apprezzatissimo Daniele Rustioni, maestro del coro Mauro Marchetti.

E grande è l’attesa per la tappa fiorentina di Paolo Conte, giovedì 20 luglio con uno spettacolo in cui celebra l’uscita del nuovo album “Amazing game”, e riporta in scena i suoi classici. Venerdì 21 luglio sbarcano a Musart il talento e vitalità di Francesco Gabbani, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo, campione di click in rete e di passaggi radiofonici, ma soprattutto alfiere di una nuova generazione di cantautori/interpreti, ispirati e disincantati al contempo.

Sabato 22 luglio piazza della Santissima Annunziata ospita “Botanica”, spettacolo a ingresso gratuito prodotto dal collettivo Deproducers – Vittorio Cosma, Riccardo Sinigallia, Gianni Maroccolo e Max Casacci – in collaborazione con ABOCA e il Prof. Stefano Mancuso. Musart Festival si chiude con un evento speciale, il Concerto all’alba di Cesare Picco, alle prime luci di domenica 23 luglio (ore 4,45) nel Chiostro degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti.