La chitarra magica e la voce inconfondibile di George Benson emoziona il pubblico presente

Il Marostica Summer Festival, organizzato da Due Punti Eventi,  ha ospitato lunedi 17 luglio, George Benson nell’unica data italiana (una produzione D’Alessandro e Galli) del suo Tour Europeo.

Il musicista americano, vera icona nella storia della musica mondiale e tra i più raffinati ed eleganti chitarristi al mondo. George Benson  ha cominciato la sua carriera giovanissimo come chitarrista Jazz. Dotato di uno straordinario talento vocale e accompagnato dalla sua inseparabile Ibanez, ha appassionato il pubblico di tutto il mondo, utilizzando le sue radici jazz per creare un coinvolgente mix di pop, R&B ed altri generi in un unico stile.  Conosciuto in tutto il mondo grazie ai grandi successi come  “Give Me The Night”, “Lady Love Me (One More Time)”, “Turn Your Love Around”, “In Your Eyes”, “Love X Love”, “Being With You” e “This Masquerade”. e tanti altri.

George Benson nella sua lunga carriera ha vinto per dieci volte il Grammy Award, il più importante riconoscimento del pop mondiale.

L’ultimo lavoro discografico dell’artista statunitense è del 2013,  “Inspiration”  un omaggio a Nat King Cole, uno dei suoi cantanti preferiti di sempre,  con arrangiamenti di Nelson Riddle e Randy Waldman.  “Inspiration”,  registrato all’età di 70 anni è tra i dischi migliori di George Benson.

Il pubblico di Marostica ha vissuto una serata straordinaria, emozionandosi ed entusiasmandosi, durante tutto il concerto sottolineando con applausi e ovazioni i virtuosismi alla chitarra e la voce calda e sensuale con cui George Benson ha cantato  i brani della sua lunghissima e prestigiosa carriera.

Si ringrazia per la gentile disponibiltà
D’Alessandro e Galli,  Mabi Comunicazione,  Duepunti Comunicazione Eventi

 

Di seguito le foto del concerto di Marostica

Mimmo Lamacchia
Sono nato a Bari e devo la mia passione a mio padre, da sempre fotografo professionista e soprattutto appassionato di fotografia. Ho cominciato quasi per gioco con una reflex, la Canon AE-1 con la quale ho imparato a fotografare. Mi piace catturare il tempo e fermarlo in un istante, cercando di suscitare emozioni con scatti semplici e naturali. Mi interesso di concerti e reportage, fotografando e a volte scrivendo recensioni.