Michele Bravi si è esibito lo scorso 10 novembre 2017 con il suo ‘Anime di carta tour – nuove pagine’ all’Atlantico di Roma. Ospite di apertura di tutto il tour è la sua amica e autrice Federica Abbate. I fan del cantautore umbro la conoscono e cantano con lei tre pezzi:‘A me ci pensi mai’, una cover di Marracash che esegue alla tastiera ‘Sogni non tuoi’ e, per concludere, il primo singolo ‘Fiori sui balconi’.

Michele non fa attendere tanto i suoi fan: inizia il concerto puntuale con ‘Tanto per cominciare’, singolo uscito poco prima del tour e primo dei cinque inediti che saranno inclusi nella nuove edizione dell’album, intitolata, come il tour “Anime Di Carta – Nuove Pagine“. Il repack dell’album uscirà il 24 novembre e dentro ci saranno cinque nuove canzoni: “Nuove pagine”, “Tanto per cominciare”, “Milano”, “Presi male” e “Il sole contro”.

Gli altri due pezzi, prima di un break parlato, appartengono ad ‘Anime di carta’. Bravi ricrea dal vivo le sonorità electro-pop del suo nuovo album utilizzano una loopstation, accompagnato però anche da una band composta da quattro archi, chitarra, basso, tastierista e batterista. Prima di iniziare a cantare ’In bilico’ ringrazia i presenti confidando di essere molto emozionato e ringrazia la cantante Giorgia per aver scritto il pezzo per lui agli inizi della sua carriera.

Il concerto prosegue con ‘Milano’, “Una canzone nata nel traffico e sotto la pioggia di Milano, fermo ad un semaforo” – racconta Bravi.

Il live prosegue veloce mentre Michele propone brani dei suoi album precedenti tra cui il singolo scritto da Giorgia, ‘The days’, e ’Sweet suicide’ ma lascia spazio anche a due cover, che lui chiama “Momento ladro”: ‘Chic’ del rapper Izi e ‘Bad romance’ di Lady Gaga, eseguita in versione voce e piano.

Il concerto è ormai nel pieno e Bravi coinvolge il pubblico chiedendo “Quanti di voi sono fidanzati? Quanti si stanno fidanzando? Quanti Netflix e divano?” per introdurre un altro inedito nato da una frequentazione di questa estate, finita malissimo, da cui ha tratto spunto per scrivere ‘Presi male’.

Continuando ad introdurre i pezzi del live dice “Adesso si che se piagne! Questa canzone è stata davvero il mio ‘Tanto per cominciare’, mi ha permesso di collaborare con Tiziano Ferro. Faccio sempre tanta fatica a cantare questo pezzo. Tiziano mi ha insegnato che rispetto a tutto il pessimismo che puoi avere, c’è solo un binomio che non si può dissolvere…” e su queste parole iniziano le prime note di ‘La vita e la felicità’. Prima di chiudere il concerto non può mancare ‘Diario degli errori’: i fan cantano per tutto il pezzo insieme a Bravi che esclama ‘Averla sentita cantare da voi mi fa sentire meno solo, grazie!’

Il bis chiesto a gran voce non tarda ad arrivare con ‘Il sole contro’, ‘Big dreams and bullet holes’ e ‘Solo per un po’’, che chiude il concerto.

La band ha eseguito i brani in maniera impeccabile: gli archi hanno sempre il loro fascino, soprattutto se uniti a sonorità più lontane del mondo “classico” a cui appartengono. Michele ha mostrato una maturità difficile da trovare in un ventiduenne. Sa bene cosa vuole e cosa vuol far arrivare al suo pubblico e lo mostra con fermezza bilanciando questa sua precisione ad una sana dose di emotività. Il selfie finale è d’obbligo ma senza di lui perché “Uno dei più grandi problemi che ho è il testone!”.

Michele continuerà il suo tour verso sud per poi concluderlo a Torino il prossimo 19 novembre.

Mariadora Bolognese
Fotografo da quando ne ho memoria, qualsiasi cosa cattura il mio sguardo e mi trasmette emozioni la devo immortalare, fosse anche solo nella mia mente se non ho nessun mezzo per scattare. La musica, come la fotografia, è una mia grande passione ed è per questo che i concerti, la musica live in generale, e del suo backstage sono qualcosa che mi affascina e che mi consente di abbracciare entrambe le passioni. Racconto qualcosa anche attraverso le parole ma la forma espressiva che più mi appartiene è senza dubbio la fotografia. Spero che le mie foto possano piacervi e trasmettere le emozioni che provo quando le scatto.