Milano, nell’atmosfera intima dell’Ostello Bello, martedì 18 dicembre Veronica e Dario hanno presentato il loro nuovo lavoro (de La Rappresentante di lista“Go Go Diva”.

“E’ un disco molto ragionato e allo stesso tempo istintivo, c’è stata una grande ricerca rispetto al personaggio che doveva rappresentare la protagonista delle nostre storie, una grande ricerca di senso; abbiamo capito che dovevamo andare fino in fondo ad alcuni temi, sia come testo che come musica, avevamo bisogno di prendere delle scelte forti e a volte radicali, di creare per ogni canzone un mondo molto particolare, la musica doveva essere non solo a sostegno del testo, ma doveva rappresentare il tema centrale di ogni canzone. Volevamo che i sint parlassero, gli archi fossero disarmanti e creassero inquietudine, che le voci fossero dei cori forsennati che ci aiutassero a incitare questa protagonista, questa Diva.”

Tre anni dopo Bu Bu Sad “serviti per accumulare sensazioni e sogni e desideri, materiale riversato nel disco” [..] “Palermo ci ha permesso di sbagliare, di accumulare errori, di prendere tempo per fare le cose bene”.
Il disco si è creato con i tempi giusti, nello spazio giusto, si è creato tra il Marocco, a Palermo, a Milano, Copenaghen. “Era importante che la più semplice delle parole fosse masticata nel modo giusto, sussurrata o urlata quando serviva.”

La rappresentazione live è molto forte, La rappresentante di lista ha una presenza di palco molto particolare e connaturata nel gruppo, a riguardo Veronica dice: “mi piace dare un lessico nuovo, mi piace pensare che rappresentare qualcosa anche se non didascalico, apra delle porte a un mondo nuovo, delle immagini che puoi scegliere di codificare come meglio credi; tornare a casa con una domanda, un dubbio con un modo per vedere quella stessa cosa che non è uguale al tuo. Mi piace che stimoli la fantasia.”

 

Pamela Rovaris
Mi chiamo Pamela Rovaris, ho ventisette anni, faccio la fotografa (o almeno ci provo) e sono una sognatrice. Dopo la formazione alla scuola superiore di grafica pubblicitaria di Bergamo, ho proseguito i miei studi alla Libera Accademia di Belle Arti di Brescia dove ho conseguito il diploma accademico in fotografia. Ho mosso i primi passi nel mondo della fotografia di musica per pura passione, un po’ per caso o per gioco. Da alcuni anni mi sono avvicinata al mondo dello spettacolo e della musica in modo professionale, in modo particolare ho scelto un approccio a livello personale incentrato su uno sguardo reportagistico. Ho tanti sogni che col tempo ho capito che non sono da inseguire, ma da costruire, a passi piccoli.