Entusiasmo alle stelle e tutto esaurito giovedi 4 ottobre alla Zoppas Arena di Conegliano veneto per il “Made in Italy Tour” di Luciano Ligabue,  seconda data veneta, dopo quella di Jesolo.

La serata organizzata da Riservarossa e F&P Group con Zed Live, rientra tra le tappe che il rocker di Correggio aveva sospeso a marzo scorso a causa di alcuni problemi alle corde vocali.

Il concerto di Conegliano ha visto il palazzetto pieno in ogni ordine di posto, con il pubblico impaziente di vivere una serata speciale di musica ed energia. Sin dalle prime ore del pomeriggio i fan più sfegatati si sono assiepati davanti ai cancelli per guadagnarsi un posto in prima fila e poter vivere il live a distanza ravvicinata grazie anche a un palco a forma di t che arriva tra la gente a stabilire un contatto piu intimo tra artista e pubblico.

Il concerto è un connubio tra musica e cinema, subito in apertura le immagini inedite del film “Made in Italy” terzo della carriera di regista di Ligabue (dopo “Radiofreccia”  e  “Da zero a dieci”) prodotto da Domenico Procacci per Fandango e distribuito da Medusa Film, che vede come protagonisti  Stefano Accorsi e  Kasia Smutniak, in uscita nelle sale cinematografiche a inizio 2018.

Il live comincia sulle note di “La vita facile”, “Mi chiamano tutti Riko”, “È Venerdì, non mi rompete i coglioni”,  la qualità della performance artistica è ottima, grande energia del  Liga e sintonia perfetta dei musicisti che  lo accompagnano nelle  sue interpretazioni.

Più di due ore di concerto, con una scaletta che spazia tra brani del suo ultimo lavoro in studio, Made in Italy, come “G come giungla” “Ho fatto in tempo ad avere un futuro”, “Un’altra realtà”,  e i successi della sua più che trentennale carriera, come “Lambrusco e popcorn”, “Piccola stella senza cielo”, “Balliamo sul mondo” , “Certe notti”, “Urlando contro il cielo” e tante altre.

Sul palco con Luciano Ligabue, Federico “Fede” Poggipollini e Max Cottafavi alle chitarre, Luciano Luisi alle tastiere, Davide Pezzin al basso, Michael Urbano alla batteria, Massimo Greco alla tromba e filicorno, Corrado Terzi al sax baritono ed Emiliano Vernizzi al sax tenore e soprano.

Il Made in Italy Tour si concluderà il prossimo 4 novembre toccando i palazzetti dello sport di Bolzano, Torino, Mantova, Ancona, Pesaro, Padova, Trieste, Bologna, con chiusura  a Cagliari.

Credits: si ringrazia Parole e Dintorni e FeP Group per la gentilissima disponibilità

di seguito le foto della serata

 

Mimmo Lamacchia
Sono nato a Bari e devo la mia passione a mio padre, da sempre fotografo professionista e soprattutto appassionato di fotografia. Ho cominciato quasi per gioco con una reflex, la Canon AE-1 con la quale ho imparato a fotografare. Mi piace catturare il tempo e fermarlo in un istante, cercando di suscitare emozioni con scatti semplici e naturali. Mi interesso di concerti e reportage, fotografando e a volte scrivendo recensioni.