Un nuovo fulmine ha squarciato il cielo delle polemiche verso Justin Bieber. L’idolo delle teen-agers, infatti, dopo aver scatenato la furia delle comunità ebraiche per delle uscite poco felici su Anna Frank, ed esser stato colto con della marijuana sul suo tour bus, continua a far parlare di sé per le sue bravate da bad boy. A polemizzare sul comportamento del cantante, addirittura il nonno, che vive in una modesta casa “con un materasso sporco”, come riportato dai giornalisti del Sun che l’hanno intervistato.

“Justin potrà anche valere 70 milioni di sterline, ma è certo che noi non abbiamo mai visto un penny da lui -ha dichiarato amareggiato il nonno. E’ difficile immaginare la quantità di soldi che ha nostro nipote, così come è difficile da immaginare che ci abbia quasi eliminato dalla sua vita.” Al termine dell’intervista, il 61enne George ha chiosato: “Justin è e sarà sempre mio nipote ed io sarò sempre orgoglioso di lui. E’ solo triste che lui non faccia più parte della nostra vita e, dopo aver letto delle sue ultime bravate, ho pensato che ora non sia più l’amabile ragazzino che abbiamo cresciuto. E’ troppo preso dalla sua vita sontuosa.”