Dopo Roma e Pistoia nelle scorse settimane, il 25 luglio Alanis Morissette arriva sul palco del Milano Summer Fesival, all’Ippodromo del Galoppo.
Alanis fa il suo ingresso con l’armonica, sulle note di “All I rally want”, sono le 21 in punto e il sole è appena tramontato, ad aspettarla un grande pubblico, quello dei grandi eventi.
Camicia bianca e pantaloni neri, sul palco non si ferma un attimo, si alterna tra il microfono, la chitarra e l’armonica. Una voce inconfondibile e il sorriso costante.
Il pubblico canta con lei tutti brani, dai più noti a quelli più ricercati, ripercorrendo così la sua carriera.
La cantautrice canadese ha conquistato il cuore di tutti, è ancora lei, quella che diciotto anni fa ha fatto colpo con “Ironic”, ha solo i capelli più corti.

La scaletta del concerto:
All I really want
21 Things I want in a lover
Forgiven
Woman down
You learn
Mary Jane
Guardian
Right through you
Hand in my pocket
Everything
Sister blister
Head over feet
Hands clean
Ironic
You Oughta Know
Wake Up
Uninvited
Thank U

 

 

Pamela Rovaris
Mi chiamo Pamela Rovaris, ho ventisette anni, faccio la fotografa (o almeno ci provo) e sono una sognatrice. Dopo la formazione alla scuola superiore di grafica pubblicitaria di Bergamo, ho proseguito i miei studi alla Libera Accademia di Belle Arti di Brescia dove ho conseguito il diploma accademico in fotografia. Ho mosso i primi passi nel mondo della fotografia di musica per pura passione, un po’ per caso o per gioco. Da alcuni anni mi sono avvicinata al mondo dello spettacolo e della musica in modo professionale, in modo particolare ho scelto un approccio a livello personale incentrato su uno sguardo reportagistico. Ho tanti sogni che col tempo ho capito che non sono da inseguire, ma da costruire, a passi piccoli.