Mao Medici è un cantautore energico, ironico e fuori dagli schemi, ma che ha anche una sensibilità giocosa che usa per raccontare in parole e musica storie di tutti i giorni, con cui non è difficile entrare in sintonia.

È il caso di “Volo Pindarico“, title track del suo secondo album, uscito nel 2015 e poi rinato sotto forma di ep con “Volo Pindarico 2.0“. La versione 2.0 contiene tre tracce riarrangiate e adattate al live acustico già presenti nella prima versione dell’album: “Alba“, “Indaco” e “Volo Pindarico“. Un pezzo con cui Mao Medici si racconta e si mostra, girando anche il video nella “sua” Lissone e parlando di una realtà con cui tutti, prima o poi, si sono scontrati, quella di chi “Non ha mai fatto tredici” ma continua a dirsi “Va bene com’è. Svegliati e credici”.

Volo Pindarico è un disco finanziato dalla gente attraverso Music Raiser, dove ho superato il 100% del progetto. – racconta Mao – Volo Pindarico è poi diventato un live raccontato e poco dopo è divenuto un romanzo (reperibile on line e librerie o sul mio sito maomedici.it). Lo porto ‘a spasso’ da quasi due anni e ha ancora qualcosa da dire. L’album è poi stato riarrangiato e si è evoluto in Volo Pindarico 2.0, grazie anche al contributo di Matteo Luraghi (basso) Vito Emanuele Galante (tromba) e Andrea Meloni (Percussioni), turnisti che rappresentano ormai una formazione consolidata“.

E per il 2018 Mao Medici ha preparato delle novità: un nuovo album “Lo spaventapasseri” e un nuovo singolo “La conta” anticipato da un breve promo di pochi secondi.

Nell’album nuovo ci saranno ospiti importanti – ci ha anticipato Mao – che si sono messi a disposizione per suonare in diversi brani del disco nuovo. Intorno a questo nuovo lavoro si sta creando un gruppo ben affiatato, capace e professionale. Non una band, ma un gruppo affiatato. Dopo Cenere (il suo primo album n.d.r.) e Volo Pindarico, Lo Spaventapasseri segna una linea importante in me.”

Sul sito maomedici.it il nuovo album è già disponibile in pre order. Per ogni acquisto di una copia fisica dell’album, si riceverà l’e-book di Volo Pindarico e il disco in formato digitale.

Mao Medici racconta a modo suo la vita quotidiana, senza mai dimenticare di divertirsi e di far divertire, accompagnandosi con la sua chitarra e facendo muovere, sorridere e cantare chi ascolta.

A chi gli chiede perché si definisce “Cantautore anonimo” risponde con semplicità: “Perché sono uno qualsiasi, con una chitarra e dei fogli in tasca e testi in testa…”

Se vi state chiedendo dove potete vederlo live, ecco tutte le sue prossime apparizioni:

 

Patrizia Frattini
Patrizia a.k.a. la Rockcopy. Giornalista e web copywriter, metalhead ma amante anche del rock in ogni sua forma e della buona musica. "Il rock è una mentalità, non un genere musicale strettamente circoscritto. È un modo di fare le cose, di approcciarsi alle cose. Scrivere può essere rock’n’roll." Cit. Lester Bangs