Si intitola Cornice il singolo d’esordio di In Arte Gibilterra, neonato progetto beat pop del cantautoreromano Gian Marco Massari pubblicato dall’etichetta indipendente Limonata Dischi.
Il videoclip del brano, diretto dal regista Antimo Campanile, è disponibile dal 16 novembre su YouTube, dove ha collezionato quasi 40mila visualizzazioni nei primi giorni. Venerdì 30 novembre, il brano è stato rilasciato su tutte le piattaforme digitali.

Volutamente provocatorio, il videoclip si basa sull’accostamento delle bellezze architettoniche epaesaggistiche di Napoli alla bellezza erotica di un fondoschiena femminile.

“Scevri da qualsiasi moralismo o pregiudizio – spiega l’artista – abbiamo voluto rappresentare la bellezza el’armonia del corpo umano, da sempre oggetto di contemplazione. E’ il nostro modo di ribadire come la bellezza, così come l’arte, non possa privarsi di una libertà intellettuale ed estetica”.

Poi, sul brano: “Cornice è una canzone che parla della difficoltà e della mia ansia nel costruire un rapporto. L’ho scritta pensando ad Eleonora: è un mix della sua bellezza e della mia paura di legarmici”.

Il singolo, scritto interamente dal cantautore e prodotto da Andrea Della Volpe, uscirà sulle piattaforme digitali venerdì 30 novembre e rappresenterà anche la prima uscita assoluta del catalogo di Limonata Dischi, label indipendente con base a Napoli fondata da Giulio Bruni.

Pamela Rovaris
Mi chiamo Pamela Rovaris, ho ventisette anni, faccio la fotografa (o almeno ci provo) e sono una sognatrice. Dopo la formazione alla scuola superiore di grafica pubblicitaria di Bergamo, ho proseguito i miei studi alla Libera Accademia di Belle Arti di Brescia dove ho conseguito il diploma accademico in fotografia. Ho mosso i primi passi nel mondo della fotografia di musica per pura passione, un po’ per caso o per gioco. Da alcuni anni mi sono avvicinata al mondo dello spettacolo e della musica in modo professionale, in modo particolare ho scelto un approccio a livello personale incentrato su uno sguardo reportagistico. Ho tanti sogni che col tempo ho capito che non sono da inseguire, ma da costruire, a passi piccoli.